Cos’è il Bitcoin?

di | 2 Maggio 2019

Mi sono posto questa domanda circa 3 anni fa. Ero in cerca del “profitto online” quando mi trovai di fronte la piattaforma di trading Plus500. Qui tra gli asset in cui si poteva investire c’era anche Bitcoin il cui valore era di circa 550$. Non ne avevo mai sentito parlare e mi incuriosii. Scrissi su Google “bitcoin” e mi apparvero una lista di siti i cui titoli andavano dal “Bitcoin è la moneta dei criminali” a “Bitcoin è la truffa del nuovo millennio”. Data la quantità di articoli negativi, stupidamente, abbandonai l’idea di investire su Bitcoin e proseguii lungo la mia strada da laureando. L’anno seguente un mio amico me ne riparlò e vidi che il suo valore era praticamente raddoppiato, così decisi, dopo essermi mangiato tutte le unghie possibili, di capire cosa fosse realmente questo Bitcoin.

Quindi che cos’è Bitcoin?? Se sei arrivato fin qui anche dopo questa lunga premessa, vuol dire che la curiosità è alta, ma mi spiace deluderti perchè la risposta sarà più semplice di quanto credi.
Bitcoin non è altro che il prodotto della tecnologia Blockchain (se non sai cos’è la Blockchain ti rimando a questo articolo: https://www.cryptoblock.it/cose-la-blockchain ). La seconda definizione che per me descrive la natura di Bitcoin è questa: Bitcoin rappresenta il valore della Blockchain stessa.



Ora mi potresti chiedere…ma Bitcoin non è una moneta virtuale?? Certo!! Al giorno d’oggi funge sia da “moneta virtuale” sia da riserva di valore. A proposito di valore qui si apre un altro capitolo. Su cosa si basa il valore di una moneta come Bitcoin che materialmente non si può vedere nè toccare??
Voglio rispondere a questa domanda con un’altra domanda: che valore hanno le monete e le banconote che abbiamo in tasca?? Il valore sia di Bitcoin che delle valute fisiche è un valore di consenso. Fino a 50 anni fa la moneta aveva una controparte in oro, ma dalla fine degli accordi di Bretton Woods nel 1971 la banconota non è altro che carta colorata e le monete non sono altro che leghe di ferro-nichel-rame.

E quanto potrà durare Bitcoin?? Bitcoin può durare per sempre come per pochi giorni. Ritorna il concetto di consenso: finchè le persone ci credono, lo utilizzano e ne danno un valore, allora Bitcoin ha senso di esistere. Pari pari con le valute fiat: se domani tutti i commercianti del mondo raddoppiano il prezzo dei loro prodotti, ecco che anche l’euro varrà la metà.

Passiamo ora alle differenze tra Bitcoin e le valute fiat. In primis c’è il modo con cui sono create le valute fiat e i Bitcoin. Entrambe sono effettivamente create dal nulla, ma, mentre le monete e le banconote sono prodotte da istituti centrali (la BCE per l’euro e la Federal Reserve per il dollaro americano), i Bitcoin vengono prodotti dai “miner” che, potenzialmente, potresti diventarlo anche te da casa tua.
La seconda differenza sostanziale è che mentre le valute fiat sono monete costantemente inflazionate (10$ oggi hanno di certo meno potere d’acquisto di 10$ 50 anni fa), Bitcoin è stata creata per esser una “moneta” deflazionata essendo un bene limitato (sono ammessi fino a 21.000.000 di Bitcoin).
In questo articolo ho citato più volte il concetto di mining che spiegherò meglio in un prossimo articolo. Per il momento basta sapere che quando un miner riesce a produrre un blocco della Blockchain di Bitcoin gli viene data una ricompensa di 12.5 BTC per blocco: da questa ricompensa ecco che sul mercato di Bitcoin vengono immessi 12.5 BTC nuovi. Ogni circa 4 anni, inoltre, c’è il cosiddetto halving ossia il dimezzamento della ricompensa per i miners: se ad oggi, come già detto, la ricompensa è di 12.5 BTC, dopo l’halving (previsto per il 2020) sarà di 6.5 BTC. La deflazione di Bitcoin è quindi dovuta sia dall’essere un bene finito che dall’halving stesso.

Spero di aver soddisfatto la tua curiosità!!

Un saluto!!
Luca

Please follow and like us: